Vai a sottomenu e altri contenuti

Piazza del Monumento

Il Monumento ai Caduti, sito nell'omonima piazza, è stato inaugurato il 23 maggio 1954 alla presenza di buona parte della popolazione di Norbello, delle associazioni dei combattenti della Regione e dei paesi vicini nonché delle autorità civili e militari. Con quest'opera, realizzata dall'artista locale Pasqualino Mele, finalmente, la comunità commemora a futura memoria i caduti che hanno sacrificato la propria vita per la patria.

Nel monumento sono ricordati i soldati di Norbello, ben 95 uomini, che hanno partecipato alla Grande Guerra del 15-18 (fra cui i famosi ragazzi del'99). Sono 20 i militari che non hanno fatto ritorno nel paese, una percentuale ben superiore rispetto alla media nazionale e regionale.

Anche durante la Seconda Guerra Mondiale i nostri compaesani si sono caratterizzati per valore civile e militare. In particolare si ricordano 5 soldati che partirono per la campagna in Africa settentrionale e un numero imprecisato che fu incarcerato nei campi di concentramento in Germania o in altri paesi. Tra coloro che persero la vita per la salvezza della patria si annoverano 2 soldati semplici, una guardia di finanza, un aviere e 5 soldati che furono abbandonati nelle steppe russe.

La storia ci tramanda anche i nomi di tre soldati dell'armata italiana che si unirono alle formazioni partigiane regolari a cui va il merito di aver partecipato alla Resistenza per la liberazione del territorio italiano dalle truppe nazifasciste. Si tratta del Carabiniere Medde Angelino, l'aviere Manca Isidoro, il soldato Coghe Clemente.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto